Pharus

Reti e transizione energetica

Reti e transizione energetica: elementi imprescindibili che fanno bene all’ambiente e al portafoglio

Le soluzioni che contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale di un processo produttivo, aumentandone l’efficienza, riducendo l’utilizzo di materie prime e le emissioni sono dette Cleantech, ed è una delle tematiche su cui si sta investendo di più al mondo. Una ricerca di BloombergNEF ha dimostrato infatti che solo nel 2021 sono stati investiti 755 miliardi nell’ambito Cleantech, con focus principalmente sulle tematiche legate alle energie rinnovabili e alla mobilità intelligente.

Si sta investendo tanto e si investirà sempre di più. Secondo lo stesso studio, infatti, entro il 2025 questi investimenti sono stimati triplicare, per poi ulteriormente raddoppiare entro il 2030.

Ad oggi, l’energetico occupa e produce da solo circa delle emissioni carboniche, dunque intervenire in ambito energy, e quindi promuovere la transizione energetica, risulta fondamentale.

Per transizione energetica si intende tecnicamente il passaggio da un modello di produzione di energia che affonda le proprie radici nello sfruttamento delle fonti fossili non rinnovabili, come petrolio e carbone, a fonti rinnovabili (eolico, fotovoltaico e geotermia).

La transizione energetica è dunque quasi sempre associata al mondo delle rinnovabili, quindi a parchi eolici o solari e macchine elettriche. Ma essa, per poter operare, necessita di un sistema efficiente ed efficace di reti.

Un parco solare o un parco eolico infatti viene solitamente costruito in aree periferiche che dispongano delle caratteristiche necessarie a far si che i parchi stessi possano operare. I parchi devono poi essere connessi alle reti attuali. È dunque impossibile pensare di decarbonizzare il mondo se prima non è stato costruito un sistema efficiente di reti che consenta di trasportare l’energia prodotta fino al consumatore finale.

Inoltre la generazione futura cambierà moltissimo rispetto a quella attuale. Ad oggi si parla di sistemi di generazione accentrati, dove l’impianto genera energia e l’infrastruttura di rete la trasporta a valle ove viene utilizzata. In futuro avremo invece sistemi decentralizzati, in cui ogni palazzo sarà indipendente, generando la propria energia che verrà in parte utilizzata, in parte immagazzinata e in parte immessa nella rete. Un nuovo mondo di reti, di smart grid, digitali e intelligenti, che sono la base e l’essenza per poter sviluppare la transizione energetica.

Le reti infrastrutturali per il trasporto di acqua, elettricità e gas, rappresenteranno secondo molti uno dei più gradi super cicli di investimenti dei prossimi anni.

Questi investimenti verranno ulteriormente spinti e favoriti dal contesto macroeconomico e geopolitico che stiamo vivendo, che ha contribuito a un innalzamento consistente dei prezzi nel comparto energetico, rendendo necessaria un’accelerazione nel processo di transizione. Infatti oggi produrre energia da fonte non tradizionale è già economicamente più efficiente. Nel 2019 il 72% della nuova capacità energetica installata a livello mondiale proveniva da fonti rinnovabili, ma siamo ancora soltanto agli inizi.

Investire nelle reti infrastrutturali significa cogliere opportunità concrete, con un profilo di rischio contenuto, partecipando attivamente alla transizione energetica e contribuendo a quell’accelerazione necessaria al raggiungimento degli obiettivi fissati per il 2050.

 

Pharus Asset Management SA
Via Pollini 7
CH-6850 Mendrisio Switzerland
T +41 (0)91 640 37 80
F +41 (0)91 630 05 69
info@pharus.ch

 

 

 

 

 

Messaggio informativo – Le informazioni contenute nel presente messaggio sono prodotte esclusivamente a scopo informativo e pertanto non costituiscono in nessun caso un’offerta o una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita di titoli o strumenti finanziari in genere, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un’esortazione ad effettuare transazioni legate ad uno specifico strumento finanziario. Quanto esposto nel presente messaggio informativo è frutto della libera interpretazione, valutazione e apprezzamento di Pharus e costituiscono semplici spunti di riflessione.
Le informazioni e i dati eventualmente indicati hanno uno scopo meramente informativo e non rappresentano in alcun modo un servizio di consulenza all’investimento: le decisioni operative che ne conseguono sono da ritenersi assunte dall’utente in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio. Pharus dedica la massima attenzione e precisione alle informazioni contenute nel presente messaggio; ciononostante, la stessa non può ritenersi responsabile per errori, omissioni, inesattezze o manipolazioni ad opera di soggetti terzi su quanto materialmente elaborato capaci di inficiare la correttezza delle informazioni fornite e l’attendibilità delle stesse, nonché per eventuali risultati ottenuti usando dette informazioni. Non è consentito copiare, alterare, distribuire, pubblicare o utilizzare su altri siti per uso commerciale questi contenuti senza autorizzazione specifica di Pharus.

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti