Natixis

Odissea nella tecnologia

IN SINTESI

  • Con la pandemia, abbiamo assistito a una più rapida diffusione di alcune tecnologie, come il Cloud computing e l’e-Commerce, oltre a una forte proliferazione dei dati
  • Non sono però cambiate le sfide ambientali e sociali che abbiamo davanti, né la maniera in cui la tecnologia può affrontarle
  • Sul fronte tecnologico, la sostenibilità può rivelarsi una vera e propria odissea, perché le soluzioni sono accompagnate inevitabilmente da rischi
  • Il nostro modello di analisi va alla ricerca di imprese che sviluppano soluzioni di sostenibilità, ma che garantiscono anche una gestione corretta dei rischi di carattere ambientale e sociale.

 

Pensate che l’accelerazione tecnologica a cui abbiamo assistito durante la pandemia diventerà “la nuova normalità”?

Per molti aspetti, la pandemia ha accelerato l’adozione della tecnologia sia da parte delle imprese che da parte dei consumatori. Le imprese hanno dovuto dimostrare di essere in grado di connettersi con i clienti, i fornitori e i dipendenti, mentre i consumatori hanno dovuto utilizzare le piattaforme digitali più di quanto già facessero.
Questa situazione ha impresso un’accelerazione ad alcune tecnologie come il cloud computing che, sotto la spinta del lavoro a distanza, è diventato lo sbocco naturale della Tecnologia dell’Informazione.
Molte imprese hanno già avviato la transizione verso questa “nuova normalità”, evoluzione che dovrebbe risultare vantaggiosa per chi fornisce infrastrutture per il cloud. Le cifre parlano da sé: secondo le previsioni, il totale dei Servizi Cloud Pubblici per il mercato degli utenti finali aumenterà dai 243 miliardi di dollari del 2019 a 362 miliardi di dollari nel 2022(1). È probabile che il lavoro a distanza continuerà anche dopo che la situazione si sarà normalizzata, creando opportunità per le società che svolgono attività che coinvolgono data center, server e software collaborativi.

Con la pandemia, si è inoltre assistito a un deciso incremento dell’e-commerce, che ha esteso il proprio raggio d’azione in termini di imprese, fasce di consumatori e prodotti(2). Per adeguarsi alla nuova situazione, le aziende sono dovute entrare nel mondo on-line, amplificando il fenomeno di forte proliferazione dei dati che esisteva già prima della pandemia. Mentre siamo convinti che il Covid-19 abbia accelerato alcune tendenze tecnologiche chiave come il cloud computing, la digitalizzazione e la proliferazione dei dati e che queste siano destinate a durare nel tempo. Non dobbiamo sottovalutare i rischi che esse comportano in termini di cybersicurezza e di protezione dei dati.

“In particolare, non sono cambiate le sfide ambientali e sociali che abbiamo davanti, né la maniera in cui la tecnologia può affrontarle. A nostro avviso, senza sostenibilità, i rischi per la popolazione e per il pianeta potrebbero annullare i potenziali benefici indotti dalla tecnologia.”

Quando analizzate un’impresa tecnologica, quali fattori di sostenibilità cercate?

Consideriamo imprese che offrano opportunità di sviluppo sostenibile o che gestiscano bene i rischi di sostenibilità. Tuttavia, sul fronte tecnologico, la sostenibilità può rivelarsi una vera e propria odissea, perché le soluzioni sono accompagnate inevitabilmente da rischi, soprattutto per le società B2C*.

La tecnologia è un fattore abilitante dell’innovazione. Le apparecchiature IT sono infatti essenziali per lo sviluppo e la realizzazione di soluzioni di sostenibilità potenzialmente più avanzate in tutti i settori. Sono una componente fondamentale delle energie rinnovabili e costituiscono un supporto essenziale per lo sviluppo socioeconomico dei paesi emergenti.

“Attenzione, però una società che produce semiconduttori per pannelli solari, per esempio, potrebbe sembrare un’opportunità di sviluppo sostenibile ma lo è davvero? E quali rischi comporta?”

Dipende: i componenti sono fabbricati con minerali che, spesso, provengono da paesi dove le violazioni dei diritti fondamentali sono la norma (per esempio, lavoro minorile e forzato). Inoltre, sotto il profilo della gestione del ciclo di vita, questi prodotti finiscono spesso per diventare rifiuti tossici non riciclati!

Le apparenze potrebbero ingannare anche quando si considerano società che forniscono applicazioni per l’accesso alle conoscenze e ai server bancari in paesi emergenti dal quadro geopolitico instabile. Soluzioni di cybersecurity insufficienti o un utilizzo improprio dei dati personali possono fare correre il rischio di perdere denaro o di vedere violata la propria privacy.

Perciò, malgrado le apparenze, non è sempre vero che la tecnologia sia d’aiuto alle imprese che stanno spingendo il pianeta verso un futuro più verde e la società verso un percorso più equo. È per questo motivo che il nostro modello di analisi va alla ricerca di imprese che sviluppino soluzioni di sostenibilità, ma che garantiscano anche una gestione corretta dei rischi di carattere ambientale e sociale.

(1) Fonte: Gartner
* B2C: Business to Consumers 1
(2) Fonte: www.oecd.org/coronavirus/policy responses/
e commerce in the time of covid 19 3a2b78e8/

Natixis Investment Managers S.A.
Succursale Italiana
Via San Clemente 1 – 20122 Milano
https://www.im.natixis.com/it/home

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti