Forever Young

Pochi giorni fa è stato il compleanno di Emile Ratelband e questo signore olandese, nato l’11 marzo 1949, sicuramente non sarà stato felice di festeggiare. Sì, perchè a Ratelband quell’anno non piace proprio e infatti ha chiesto alla Corte di Arnhem, in Olanda, di spostare la sua data di nascita al 1969, per altro senza riuscirci. A parte il desiderio di trovare più facilmente fidanzate sui siti di incontri – motivo della richiesta di questo guru motivazionale che si sente e sembra più giovane – le statistiche, in effetti, attestano che l’aspettativa di vita si è notevolmente allungata e che la qualità di vita è migliorata anche in età avanzata.

Campiamo di più e questa è una buona notizia. L’Italia, in particolare, è uno dei paesi con il tasso di longevità più alto al mondo, secondo solo al Giappone. I dati demografici indicano una prevalenza di persone sopra i 65 anni altissima in Italia più che negli altri paesi europei e dati recenti attestano che 6 milioni di ultra sessantacinquenni si divertono, frequentano cinema, teatri e musei; 3 milioni viaggiano all’estero; quasi 4 milioni fanno volontariato e sono tra i più attenti lettori di quotidiani (il 50,8% contro una media della popolazione pari al 35,8%).

L’invecchiamento della popolazione è a tutti gli effetti un fenomeno globale che come tutti i megatrend influenza trasversalmente i settori della società, compreso quello finanziario.

La chiave di lettura nuova, che fa la differenza, è il cambio di paradigma nel giudizio sul fenomeno. L’invecchiamento della popolazione, lungi dal rappresentare un costo per la collettività, può infatti essere considerato una risorsa, grazie alla diffusione della Silver Economy, ossia l’insieme di servizi e di prodotti dedicati agli over 60. In questa logica, l’invecchiamento si configura come elemento di sviluppo economico e di creazione di posti di lavoro.

Finora un settore di nicchia era rappresentato dalla White Economy, quella branca specifica che comprende i servizi sanitari e sociali, i servizi alle persone resi all’interno o al di fuori del loro domicilio, gli ambiti di cura e che quindi si rivolge agli anziani fragili o con problemi di autonomia.

La Silver Economy invece va oltre i servizi sanitari e sociali e ha mercati di riferimento diversi, che comprendono edilizia e tecnologia (smart home intelligenti e connesse, domotica e robotica), benessere, cosmesi, moda, sport, turismo, cultura, sicurezza, prodotti del credito e finanziari.

In sostanza, come per la Green Economy, i cambiamenti demografici interessano moltissimi ambiti: lo stile di vita, il tempo libero, l’intrattenimento, i trasporti, il cibo, la sicurezza, il benessere, l’abitazione, le assicurazioni, le telecomunicazioni, lo sport. Una popolazione che invecchia bene ha gusti e bisogni specifici e genera quindi mercati che sviluppano segmenti appositamente dedicati.

In quest’ottica, il fenomeno globale dell’invecchiamento costituisce un’opportunità, portatrice di crescita economica.

La tendenza sembra essere appena all’inizio. Una ricerca delle Nazioni Unite considera l’invecchiamento della popolazione un trend globale inarrestabile, che coinvolge non solo le economie avanzate ma anche le nazioni emergenti, soprattutto la Cina. Nel 2050 il 33% della popolazione cinese sarà costituito da anziani: stiamo parlando di un numero di persone equivalente alla popolazione di Europa e Stati Uniti messa insieme!

Nel complesso, si prevede che il numero di anziani triplicherà entro il 2050, superando i 2 miliardi di individui.

In Europa, i senior detengono il 50% di ricchezza in più rispetto gli altri gruppi di età ed entro il 2060 oltre un terzo della popolazione avrà più di 65 anni.

Viviamo a lungo, vogliamo restare in perfetta salute e goderci la vita.

Secondo uno studio condotto da Bank of America Merrill Lynch, la Silver Economy vale attualmente sette mila miliardi di dollari, il che la rende la terza più grande economia al mondo che potrebbe addirittura superare i 15 mila miliardi nel 2020.

Non sorprende quindi che l’offerta di prodotti finanziari specificamente dedicata a questo tema stia aumentando e che anche in questo ambito non manchino le opportunità di investimento.

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti