Fatturazione elettronica

al via la pre-registrazione e QR-code per semplificare la ricezione e l’emissione

La Legge di Bilancio (Legge n. 205 del 27 Dicembre 2017) prevede, a partire dal 1° gennaio 2019, l’obbligo di fatturazione elettronica tra i soggetti IVA residenti, stabiliti e identificati in Italia. Tale obbligo è anticipato al 1° Luglio 2018 per le cessioni di benzina o gasolio per motori per autotrazione e per le prestazioni rese da subappaltatori nel quadro di un contratto di appalto pubblico.

L’obbligo della fatturazione elettronica tra privati residenti dovrà seguire gli standard definiti dall’Agenzia delle Entrate e prevedrà semplici passaggi:

  • formazione della fattura (con un file in formato XML);
  • trasmissione e ricezione della fattura tramite SdI – il Sistema di Interscambio, un “luogo virtuale” messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate per la ricezione, lo smistamento e la conservazione di tutte le fatture elettroniche;
  • conservazione digitale della fattura.

L’Agenzia ha previsto diversi strumenti con cui supportare i contribuenti che dovranno adattarsi al nuovo adempimento e con comunicato stampa del 14 giugno 2014, l’Agenzia ha annunciato il debutto di due funzionalità connesse al processo della fattura elettronica: i) un servizio di registrazione dell’indirizzo telematico prescelto su cui ricevere le fatture elettroniche e ii) un servizio di generazione del QR-Code. I due servizi sono stati realizzati dall’Agenzia delle entrate in collaborazione con il partner tecnologico Sogei al fine di rendere più agevole la predisposizione delle e-fatture e al contempo più sicura e veloce la ricezione del documento fiscale.

Per accedere a questi servizi sul portale dedicato “Fatture e Corrispettivi”, disponibile sul sito dell’Agenzia, gli operatori economici dovranno disporre (alternativamente) delle credenziali Spid, Cns (Carta nazionale dei servizi), Entratel o Fisconline. Le funzionalità di pre-registrazione e di generazione del QR-Code sono disponibili dal 15 giugno 2018.

Grazie al servizio di pre-registrazione, i soggetti passivi IVA (imprese e professionisti), possono comunicare a monte il proprio indirizzo telematico su cui ricevere tutte le fatture elettroniche. In questo modo la partita IVA sarà abbinata univocamente a quello specifico indirizzo telematico a prescindere dal fatto che il fornitore, all’atto di emissione della fattura, indichi o meno tale dato all’interno del documento elettronico. Per effettuare questa scelta e abbinare la propria partita IVA ad un indirizzo PEC o ad un codice destinatario (nel caso di invio dei file delle fatture su canale web service o ftp) basta accedere personalmente, o tramite un intermediario delegato, all’apposito servizio on-line “Registrazione dell’indirizzo telematico dove ricevere le fatture”, disponibile presso la propria area riservata del sito web dell’Agenzia. L’indirizzo indicato in tale sezione è univoco, ma potrà essere, in qualsiasi momento modificato o cancellato.

Il servizio di generazione del QR-Code permette a tutti gli operatori economici di generare un codice a barre bidimensionale da mostrare al fornitore tramite smartphone, tablet o su carta. Tramite questo codice il fornitore può acquisire in maniera automatica tutte le informazioni relative al cliente, in modo veloce e senza il rischio di commettere errori. Il QR-Code può essere salvato in formato pdf e stampato oppure memorizzato sul proprio telefono. I dati del QR-Code sono quelli validi al momento della sua generazione, pertanto qualora ci fossero in seguito delle variazioni, sarà necessario distruggerlo e generarne uno nuovo. Il QR-Code è assimilabile ad un biglietto da visita digitale e di conseguenza particolarmente utile per i rifornimenti di carburante, che a partire dal 1° luglio potranno essere effettuati anche durante l’orario di chiusura o in modalità «self-service». Va da sé che anche le colonnine dei gestori di carburanti dovranno essere parimenti adeguate, ma attendiamo su questo specifico argomento ulteriori sviluppi.

 

Pamela Ciarcià
Dott. Commercialista / Revisore Legale
Associate Partner

Camilla Valoti
Dottoressa
Junior Tax Consultant

Rödl & Partner
Avvocati
Dottori Commercialisti,
Revisori Legali
Consulenti del Lavoro
Largo Donegani 2
20121 Milano
Telefono: +39 – 02 – 632884.1
Telefax: +39 – 02 – 63288420
E-Mail: info@roedl.it
www.roedl.com/it

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti