La Consulenza in Banca Consulia

Affrontare l’argomento consulenza in una Banca che ha basato su questo termine la propria ragion d’essere può sembrare quasi ovvio.

La domanda è: “Perché riteniamo così importante dedicare tutte le nostre energie a questa attività, tanto da farne il nostro core business?”

La risposta è semplice ed è contenuta, ad esempio, nei risultati dello studio pubblicato a dicembre 2016 da Consob, da cui si ricava che più di un terzo degli investitori – per quanto attiene alle scelte di investimento – si affida ai suggerimenti di amici e familiari. Non solo, ma ben un quarto decide in assoluta autonomia, pur essendo evidente, dallo stesso studio, che la comprensione dei fenomeni connessi ai mercati finanziari (significato della diversificazione, relazione tassi/prezzi delle obbligazioni, rapporto rischio/rendimento ecc.) sia alquanto bassa.

La sorpresa più eclatante si ha però passando all’analisi dei servizi ottenuti da quanti si rivolgono a professionisti: molti di essi sono contattati dal consulente in maniera saltuaria e più del 50% non riceve infatti alcun consiglio di investimento in un arco ragionevole di tempo.

Di fronte a questa situazione, generata probabilmente da un sistema scolastico che non ha mai inserito l’educazione finanziaria nei programmi di studio, da un sistema di tassi d’interesse che ha narcotizzato per anni la necessità di assistenza professionale e da un sistema bancario che ha fatto il possibile per minare la fiducia dei risparmiatori, in Banca Consulia riteniamo che esista un grandissimo bisogno da colmare, con un approccio serio e strutturato, differenziato in base alle esigenze dei clienti.
Punto centrale del nostro modello di servizio è l’assistenza continuativa fornita dal Consulente Finanziario, totalmente dedicato a questa attività, che costituisce una peculiarità della Banca. Il nostro Consulente, che ha una focalizzazione superiore rispetto a quella possibile nelle banche non specializzate, si occupa di ogni aspetto della relazione fiduciaria, con professionalità ed esperienza.

Per personalizzare al massimo il servizio, il nostro Consulente attinge ad una vasta gamma di strumenti finanziari, servizi di investimento e assicurativi, con una logica di piattaforma aperta guidata e supervisionata dalla Banca.

Pur offrendo diversi livelli di sofisticazione del servizio, a tutti i clienti in Banca Consulia viene oggi proposto un contratto di consulenza (Strumentale o Evoluta).

Pertanto, tutti i nostri Clienti, sono sottoposti ad un questionario di Adeguatezza, che ci consente di arrivare ad una maggiore conoscenza della loro propensione al rischio, della situazione finanziaria e degli obiettivi di investimento. Maggiore conoscenza significa maggiore possibilità di soddisfazione nel tempo.

Quali sono le caratteristiche su cui si fonda il nostro modello di Consulenza Evoluta, racchiuse al meglio nel nuovo contratto 2πGT?

Ecco alcuni elementi di grande importanza:

  • In Banca Consulia, per poter erogare il servizio di consulenza, il Consulente deve superare uno specifico test e deve aggiornarsi con continuità;
  • La Banca mette a disposizione del Cliente l’assistenza esclusiva di un Financial Advisor dedicato;
  • La Banca si impegna contrattualmente (Art. 7 del Contratto di Consulenza) col Cliente a prestare il Servizio di Consulenza in materia di investimenti con la correttezza e la diligenza propria di un professionista (ex art 1176 cc), assumendosi una responsabilità «di mezzi» e non «di risultato»;
  • Attribuzione a ciascun cliente di un punteggio di rischio personalizzato, per valutare al meglio gli impatti di ogni proposta di investimento formulata sia sul singolo strumento sia sul portafoglio complessivo, detenuto presso Banca Consulia e/o presso terzi. Tale punteggio considera tutte le risposte contenute nella scheda finanziaria di profilatura, effettuando appositi aggiustamenti in riduzione, a seguito di specifiche combinazioni di risposte o di situazioni di incoerenza nelle stesse;
  • Supporto di un Comitato d’Investimenti formato da professionisti di grande esperienza, anche non dipendenti di Banca Consulia, al fine di adattare i nostri modelli alle mutevoli situazioni di mercato;
  • Una Direzione Investimenti per rispondere a richieste di Analisi di portafoglio personalizzate di clienti acquisiti o potenziali sia sui portafogli depositati in BC che presso altri istituti;
  • Disponibilità di un processo di Asset Allocation robusto, basato su un mix di approccio quantitativo e discrezionale, che si concretizza nei cd ‘portafogli tattici’ – differenziati in base ai profili di rischio stabiliti dalla Banca – che costituiscono il punto di riferimento mensile per la proposta al cliente e la rappresentazione del livello di rischio ritenuto ‘ottimale’;
  • Accesso ad una sezione dedicata denominata ‘Laboratorio di analisi’ dove simulare ogni ipotesi di investimento sulla base degli strumenti finanziari ammessi dalla nostra policy;
  • Possibilità di effettuare la scomposizione degli strumenti in portafoglio in asset class elementari, ed essere così consapevoli del reale posizionamento sui mercati, grazie ad un modello di ‘return based style analysis’, che permette di rappresentare in maniera puntuale l’esposizione ed il comportamento di un fondo ed è un valido supporto nella ricerca, nella selezione e nel confronto guidati;
  • Valutazione ‘ex ante’ dell’impatto sul portafoglio di ogni proposta d’investimento effettuata, sia in termini di allocazione che di misurazione del rischio, attività che rimane archiviata e a disposizione;
  • Per tutti i clienti in Consulenza, lista aggiornata di strumenti finanziari ‘Selezionati’, sui quali viene effettuato uno scoring quantitativo del rischio, che non solo impedisce di proporre strumenti troppo rischiosi, ma, qualora siano già presenti nel portafoglio ne consiglia anche la vendita;
  • Per i clienti in Consulenza Evoluta, lista esclusiva di strumenti finanziari denominati ‘Preferiti’, ancora più ristretta della precedente, basata su un’analisi non solo quantitativa ma anche qualitativa, per selezionare ed offrire il meglio di quello che – secondo noi – il mercato mette a disposizione;
  • Sistema di monitoraggio costante a supporto dei consulenti e dei clienti, basato sul nostro sistema informativo, con diversi livelli di attenzione o blocco dell’operatività, al verificarsi del superamento di certe soglie;
  • Libertà, per il cliente che lo desideri sulla base di proprie convinzioni, di effettuare comunque operazioni su specifici strumenti, ma in regime di ‘execution only’;
  • Reportistica dedicata che agevola la presentazione al cliente della situazione, dell’attività e dei risultati conseguiti, con una totale ricostruibilità di ogni fase del processo di consulenza prestato;
  • Pricing del servizio trasparente, che riduce al minimo i rischi di conflitti di interesse tra provvigioni e prodotti mediante il riconoscimento al cliente della retrocessione delle commissioni di gestione (contratto 2πGT) applicate dalle società prodotto (al netto degli eventuali costi industriali). Zero commissioni di sottoscrizione applicate sugli strumenti finanziari;
  • Convenzione dedicata che prevede servizi gratuiti e condizioni agevolate.

Simone Teruzzi
Responsabile Wealth Management Banca Consulia

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti