L’alternativa efficiente: GPM Dynamic Alternative

Si fa un gran parlare, in questi mesi, di investimenti alternativi ma sono per tutti?

Complice il bull market azionario più lungo della storia e una situazione di tassi di interesse insoddisfacente, una delle domande più frequenti dei clienti è: “E adesso cosa facciamo?”.
I prodotti tradizionali – siano essi bond, equity o una combinazione dei due – non costituiscono l’unica soluzione possibile. Una delle risposte che l’industria del risparmio offre da decenni – soprattutto agli investitori con maggior patrimonio – è quella di utilizzare una componente di asset alternativi.

Questa alternatività può essere costituita o dall’oggetto dell’investimento, e in questo caso si parla tipicamente degli asset non quotati e non liquidi (e siamo quindi, per esempio, nel mondo del private equity o del private debt), o dalla modalità con cui il gestore approccia i mercati liquidi, realizzando strategie meno direzionali e più specifiche (e qui entriamo nel mondo degli Hedge Funds) rispetto ai fondi tradizionali.
Entrambi questi approcci alternativi hanno il loro senso per una efficiente gestione del portafoglio, prova ne è che nei portafogli delle famiglie benestanti e degli investitori istituzionali rappresentano una quota superiore al 10%.

In Italia invece questo non è fino ad ora successo, ma la situazione sembra destinata a cambiare, e avremo la possibilità di avvicinarsi a situazioni più in linea con quanto succede in tutto il resto del mondo, grazie a una maggiore disponibilità di prodotti a opportunità normative e a tecniche di gestione innovative.
In Banca Consulia abbiamo deciso di continuare con un percorso di innovazione molto forte, anche in questo campo.

La novità che ha visto la luce in questi giorni è la Linea GP Dynamic Alternative.
Questa Linea di Gestione Patrimoniale con portafoglio a volatilità contenuta è costruita attraverso tecniche avanzate (statistiche e intelligenza artificiale) di replica di circa 300 Hedge Funds specializzati sulle strategie meno direzionali.

Con la collaborazione di MdotM, fintech italiana specializzata in Intelligenza Artificiale applicata sui mercati finanziari, siamo stati in grado di replicare con ottima approssimazione l’andamento di ogni singolo HF incluso nella selezione, attraverso una combinazione di semplici ETF, liquidi e poco costosi.
Questo è stato possibile per due ragioni.
Da un lato, le crescenti capacità di analisi e l’incredibile abbondanza di dati ci ha mostrato come molti gestori hedge ricerchino il rendimento attraverso un’esposizione a “beta” di mercati molto specifici, opportunamente combinati tra loro. Dall’altro, l’enorme diffusione di ETF disponibili per asset class, paese, settore, stile e specializzazione consente di replicare con molta precisione i suddetti “beta”.

In un solo colpo questa collaborazione ci consente di offrire – primi in Italia – un servizio assolutamente innovativo e in linea con le attuali richieste dei clienti, avvicinandoli al mondo delle strategie alternative con uno strumento facilmente accessibile, trasparente, totalmente liquido e molto ben diversificato.

Iscriviti a What's UP

Ricevi in anteprima tutti gli aggiornamenti